Le avventure di Grattino e Lipy per La Roche Posay

Finalmente ci siamo, torno sul blog dopo mesi di silenzio per condividere con voi un progetto assolutamente spaziale! Non ho avuto molto tempo per scrivere ultimamente e questo libro è una delle ragioni per cui sono stata così silenziosa.

Durante l'estate abbiamo lavorato a "Sogni d'oro" - una storia per i piccoli, una guida per tutta la famiglia, per un brand che adoro: La Roche Posay. Acquistando un trattamento corpo Lipikar in farmacia, riceverete in regalo il libro illustrato che abbiamo realizzato per il progetto.

Cosa troverete nel libro?

LE AVVENTURE SPAZIALI DI GRATTINO & LIPY

Una storia spaziale per aiutare i piccoli a dormire! Pianeti, costellazioni, asteroidi e tante scoperte fantastiche da leggere insieme a tutta la famiglia.

REGOLE PER LA BUONANOTTE

Una lista di regole utili per dormire bene. Tanti consigli pratici per sonni sereni e dolci risvegli.

ROUTINE DOCCIA & MASSAGGIO

Una guida piena di preziosi consigli per scoprire come utilizzare tutti i prodotti della linea Lipikar e prendersi cura della pelle di tutta la famiglia!

Abbiamo lavorato ad un progetto di storytelling a 360°, occupandoci della storia, del character design e delle illustrazioni. Grattino è una mascotte a tutti gli effetti: è stato creato per alleviare, con le sue storie, il senso di disagio vissuto dai piccoli che soffrono di disturbi legati alla pelle con tendenza atopica. Non è solo un personaggio illustrato ma ha una storia (incredibile ed avventurosa) da raccontare, a grandi e piccini.

LA STORIA DI GRATTINO

Grattino proviene da un pianeta lontano e colorato, il pianeta Lipikar. Laggiù (anzi, lassù!) vivono tanti altri gattini spaziali, nati per compiere una missione importante: aiutare i bimbi del Pianeta Terra a distrarsi dal prurito!

Grattino non è solo in questa missione: viaggia insieme alla sua fidata amica Lipy, una preziosissima goccia di crema magica che arriva direttamente dalla fonte del Pianeta Lipikar.

Viaggia protetta in una speciale navicella spaziale, che la tiene al sicuro fino al suo arrivo nelle case dei bambini, e all’occorrenza si posa sulla loro pelle per dar loro sollievo, mentre Grattino racconta le sue magiche avventure in giro per lo spazio.

Siamo fieri ed orgogliosi di aver lavorato al progetto, e non vediamo l'ora di sapere cosa ne pensate!

Grattino vi aspetta in farmacia!

 


I superpoteri del character design

Buongiorno quattrocchi,

eccomi di ritorno sui diari della Factory, stavolta per aggiornarvi sul corso “I superpoteri del Character Design”.

Cominciamo da qui: ho sempre sofferto di quella che alcuni chiamano ‘ansia da palcoscenico’, ovvero…sono sempre stata terrorizzata dal parlare in pubblico.

 

via GIPHY

Ma questa paura (probabilmente scaturita dai ruoli imbarazzanti che ho dovuto interpretare alle recite scolastiche delle elementari) con il tempo ho imparato a gestirla, e ho scoperto che insegnare è una delle cose che più mi spaventa ma che allo stesso tempo riesce a darmi le più grandi soddisfazioni.

Così qualche anno fa ho deciso che avrei anche insegnato ciò che amo.

Non avrei solo lavorato da sola alla mia scrivania, ma avrei costruito una rete di studenti e appassionati per diffondere le basi di questa disciplina.

Perché ho deciso di farlo?

Perché il mondo del character design, secondo me, ha bisogno di più spazio e perché condividere ciò che so con chi è all’inizio di questo percorso mi fa sentire completa. La condivisione è sempre stata la base del mio lavoro, e l’insegnamento è l’atto di condivisione per eccellenza.

“I superpoteri del Character Design” è un corso breve, della durata di un pomeriggio, e racchiude:

  • Una parte teorica, in cui parliamo della storia del character design in ambito pubblicitario e cartoon a partire dal boom economico americano. Parliamo anche e soprattutto del Carosello in Italia, perché quello è stato un periodo meraviglioso e mascotte indimenticabili hanno mosso i primi passi sullo schermo delle tv italiane.

  • Una parte pratica, in cui vediamo tecniche, spunti e suggerimenti per creare un personaggio di successo. In questa parte del corso lavoriamo insieme e poi individualmente. Facciamo un gioco che si chiama ‘Cadavre Exquis’ (utilizzato dagli artisti surrealisti per dare vita a disegni e storie unici) e creiamo insieme un personaggio originale, per stimolare la fantasia e generare connessioni inaspettate. Poi cominciamo con il brief: ad ogni tappa del corso ne propongo uno diverso, per guidare gli studenti nella progettazione di un personaggio che possa raccontare quel prodotto o quella storia.

La prima tappa: Reggio Emilia

Questa è stata la prima tappa in assoluto del corso, ed è stata una giornata importante ed una conferma: ci sono aspiranti character designer e veri appassionati nascosti dappertutto, e al Comò Lab ci siamo riuniti intorno ad un grande tavolo per lavorare insieme.

Dopo quella prima tappa ho deciso di strutturare maggiormente il corso e di portarlo anche a Milano, per la seconda data (sabato scorso).

La seconda tappa: Milano

La seconda tappa è stata ancora più importante: ho tenuto il corso al secondo piano del mio nuovo studio, nel magico spazio di Marenco 4 a Milano.

Qui è dove si svolgeranno anche le prossime edizioni. Poter accogliere gli studenti in uno spazio così speciale per me è stata un’esperienza indimenticabile.

Questo secondo appuntamento è stato importante anche perché quattro meravigliose aziende hanno creduto nel progetto, e hanno collaborato con Juice for Breakfast per rendere l’esperienza degli studenti ancora più speciale.

Le ragazze sono tornate a casa con delle coloratissime goody bag di SelfPackaging, che contenevano sorprese legate al mondo del character design.

Flying Tiger Italia con la sua collezione dedicata ai supereroi (matite, gomme e cioccolatini), Pastiglie Leone con le sue affascinanti confezioni con character vintage ed infine Blue Shuttle con la promozione del Master in animazione digitale con artisti Pixar.

Insomma, il corso si evolve, si arricchisce e cresce, insieme agli studenti che decidono di farne parte.

Al termine del corso gli iscritti entrano a far parte di un gruppo segreto su Facebook, un luogo in cui raccogliamo materiali, spunti extra, contenuti inediti e speciali e soprattutto un luogo in cui possiamo scambiarci idee, scoperte e news sul mondo del character design.

La prossima tappa?

Per adesso non posso ancora svelarvi nulla, sto lavorando al prossimo appuntamento e ad una serie di corsi e workshop integrativi per dare più spazio all’aspetto pratico.

Questa era l’ultima tappa prima della pausa estiva, ma tornerò a settembre con tutte le informazioni per chi desidera scoprire il magico mondo del character design!

Per restare informati sulle prossime date potete iscrivervi alla newsletter della Characters Factory.

Grazie di cuore ai ragazzi di Comò Lab per aver dato il via a questo tour, a tutti gli studenti che hanno partecipato alle prime due tappe e ai fantastici sponsor che hanno creduto nel progetto.

Ci rivediamo in classe l’anno prossimo!

Giulia


Cartoon Network Popup Town

Si chiama Cartoon Network Pop Up Town, ed è un temporary store allestito da Cartoon Network, in piazza Gae Aulenti a Milano, in occasione del 20esimo anniversario dell'emittente tv più colorato che ci sia!

Un luogo dedicato ai bambini, ma anche agli appassionati dei cartoon firmati CN.

Potrete visitarlo fino al 17 giugno, e acquistare limited edition e prodotti esclusivi di alcune delle serie di cartoni più amate: i personaggi di Le Superchicche, Ben10, Adventure Time e molti altri vi aspettano, e l'intero ricavato delle vendite verrà devoluto a Save the Children.

Non è finita qui: all'interno dello shop troverete anche oggetti realizzati in collaborazione con diversi artisti, tra cui Sio (se non lo conoscete è questo il momento per mettervi in pari, divertitevi!) con la capsule collection ispirata a Steven Universe, Clarence e Adventure Time.

Eventi in programma all'interno dello store:

  • Sabato 9 giugno dalle 17.00 alle 19.00 live painting degli street artist Mr.Wany, Pao, Laurina Paperina,Mr.Klevra e omino71
  • Lunedì 11 giugno dalle 11.00 alle 13.00ci sarà una master class sulla pixel art realizzata da The Oluk
  • Giovedì 14 giugno, ore dalle 16.00 alle 20.00, l’incontro e firmacopie con Sio

Sono tornata.

C'è questa cosa, una sensazione, un'urgenza: cambiare.

Durante la settimana del Fuorisalone sono stata letteralmente risucchiata da eventi, appuntamenti, trasferte. Non ho passato un solo giorno in studio e la settimana è volata. Mentre giravo per la città carica come uno sherpa ho ricevuto un alert dal mio provider: il mio sito era strapieno di malware, che in gergo tecnico significa "hey, il tuo sito ha un bel po' di problemi, corri ai ripari".

Avevo a malapena il tempo di mangiare, figuriamoci il tempo per occuparmi dei malware sul mio sito. Però la faccenda era importante, perché tutto il mio lavoro si svolge online e se i clienti non ti trovano, oppure quando visitano il tuo sito vengono reindirizzati ad una pagina di casinò online...il lavoro si ferma e perdi credibilità, giusto?

Quindi ho preso una decisione drastica: andare offline.

Questa parola, quando la pronuncio ad alta voce, mi provoca un brivido di terrore lungo la schiena.  Sudori freddi, reazioni allergiche, PURO-PANICO.

Non sono mai stata offline per più di due minuti, ma era necessario.

Il mio sito è rimasto oscurato per più di due settimane, un tempo infinito per chi lavora in questo ambito. Mentre il mio sito giaceva inerme e dolorante sotto al lenzuolo di una pagina coming soon, ho avuto un'illuminazione. Quei maledetti malware mi avevano fatto un favore. Senza di loro non avrei mai trovato la voglia e il coraggio di cambiare.

Il mio sito e la mia immagine non rappresentavano più, da tempo, ciò che stavo facendo alla Characters Factory.

Così, presa da un impeto di follia, ho cancellato tutto e sono ripartita da zero. Un bootcamp d'emergenza per dare nuova vita e nuova voce alla mia attività, al mio studio. Un restyling radicale e stravolgente. Una vera e propria rivoluzione.

Mi sono tagliata tutti i capelli, perché questo gesto mi fa sempre sentire tipo Rambo, e poi mi sono messa all'opera. Così tutto è cambiato e finalmente posso aprire le porte della mia nuova Factory.

Non più una piccola scrivania nella mia camera da letto, ma un vero e proprio studio. Con una porta, un indirizzo, dei collaboratori e tutto il resto. A tutti gli effetti Juice for Breakfast si è trasformata in ciò che ho sempre sognato. 

Io, questa cosa, l'ho davvero sognata fino allo sfinimento. L'ho desiderata, immaginata mille volte, guardando il soffitto della mia camera e pensando "un giorno sarò più grande". L'ho progettata, distrutta, ricostruita. Ho fatto fatica, tanta, e siamo solo all'inizio.

Non mollate MAI. Credeteci, anche quando tutti vi dicono che non ne vale la pena, che potete fare meno, che se non funziona potete trovare altro. Fate tutto ciò che è in vostro potere per dare forma alle vostre idee.

Quando le cose si complicano, combattete di più.
Quando tutto sembra andare a rotoli, datevi da fare come non avete mai fatto.
Quando le persone intorno a voi non ci credono, credeteci ancora di più.
Se avete un'idea imprenditoriale non abbiate paura di raccontarla al mondo. Siete delle rockstar. Affrontate la crisi e trasformate gli imprevisti in possibilità.  

Vi abbraccio,
e stappo una bottiglia di champagne, perché va bene tutto ma la spremuta, oggi, non è abbastanza.

G.