Tamago craft – quando nasce un funghetto ♡

Ho sempre amato Instagram. Più di ogni altro social network, ormai lo sapete. Non solo mi sento più libera e a mio agio nel condividere i miei racconti, ma è proprio grazie a questa piattaforma che ho conosciuto alcune delle mie creative preferite. Sono nate amicizie, collaborazioni e nuovi progetti, e non mi stanco mai di esplorare, curiosare e comunicare. Proprio grazie ad Instagram ho conosciuto meglio Anna di Tamago Craft, una piccola realtà handmade che oggi vi presento.

Non è la prima volta che parlo di altre creative qui sui Diari della Factory, ma per la prima volta vi presento una creazione nata da questo incontro inaspettato.

Qualche settimana fa ho pubblicato, proprio su Instagram, questa illustrazione:

12075082_719378964859110_1815006076404049864_n

Si tratta di un funghetto realizzato per #30daysoffood, una bellissima iniziativa promossa da Fanceat. Anna mi ha subito scritto, per dirmi che le sarebbe piaciuto realizzare uno dei suoi adorabili pupazzi in versione funghetto. Osservavo le sue creazioni da tempo, e ho subito accettato, che ve lo dico a fare? 🙂

Anna ha realizzato due versioni del funghetto e…me ne sono perdutamente innamorata! Beh, la scorsa settimana sono arrivati proprio qui, alla Characters Factory!

DSC04827

La cura e l’amore racchiusi in queste creazioni sono davvero senza prezzo.

Questo è il potere dell’handmade: trasmettere amore, raccontare storie. Significati preziosi nascosti tra un punto e l’altro. E soprattutto, ogni creazione porta con sé la storia di chi le ha dato vita.

Anna si è appassionata al cucito creativo e sartoriale da piccola, grazie alla mamma, creativa e sarta per diletto. Nel 2013, dopo la nascita dei suoi gemelli, e dopo anni di tranquilla vita “da ufficio” decide di dare vita a Tamago Craft, una piccola attività artigianale attraverso la quale comincia a dare libero sfogo alla sua creatività e manualità.

ANna3

E naturalmente non crea solo adorabili funghetti! Realizza abiti e accessori per donna e bambino, ama tenere wokshop e creare tutorial, perché è convinta che la condivisione sia la parte migliore del suo lavoro. Ed è proprio vero, questa condivisione mi ha permesso di conoscerla e di entrare nel suo dolcissimo mondo.


1 2Penso proprio che mi sentirete parlare di lei ancora, e molto presto! Mentre la mia mente diabolica parte in quarta, potete scoprire anche voi le sue creazioni sul suo blog, e sulla sua pagina Facebook.

Mi piacerebbe poter parlare di più di questi incontri speciali, quindi aspettatevi presto nuovi post come questo!