Quattrocchi's bootcamp 2016

In questo post vi ho raccontato qualche pezzettino in più di me, e vi ho spiegato perché il Quattrocchi’s bootcamp di quest’anno è stato così importante. L’anno scorso il bootcamp coincideva con le mie vacanze e devo dire la verità, non è stata poi una grande idea.

Tutto bellissimo eh, però lavorando alla mia attività durante gli unici giorni di relax dell’anno mi sono bruciata l’unica possibilità di, come si dice? Spaparanzarmi.

Ecco, per il 2016 sognavo qualcosa di diverso. Da dicembre fino ad ora non ho staccato il naso dal computer nemmeno per un giorno, forse solo durante il trasloco nella nuova casa. Ho lavorato senza sosta e senza pace perché nella mia testa ormai abita una versione di me potenziata (che come modi somiglia molto alla Signorina Trinciabue). Ha urlato come un’ossessa per circa 8 mesi, straparlando su come un business di successo non si costruisca da solo, su come si debba sempre tenere a mente l’obiettivo e pure la notte, quando cercavo di riprendermi e dormire, quella mi sbraitava nelle orecchie perché “chi dorme non piglia $$$”.

Il lavoro è andato bene e sono veramente soddisfatta dei risultati, ma ora che manca poco alle vacanze mi sento di dire una cosa…MOBBASTA.

Va bene che i risultati si ottengono con il duro lavoro, ma anche una pausa (VERA, intendo) ci vuole. E per potermi prendere questa sudata pausa ho dovuto concentrare in una sola settimana il lavoro e il bootcamp. Ho preso da parte la signorina Trinciabue e le ho fatto un discorsetto.

“Senti, facciamo un patto io e te. Mi spacco di lavoro fino all’ultimo giorno prima delle vacanze, poi però pure tu ti prendi un bell’aereo direzione dovetipare e ci rivediamo a settembre. Mi lasci dormire, mangiare e nuotare e anche quando sarai tentata di dirmi ‘dai, controlla solo 1 secondino ino ino gli analytics’ ricordati che siamo in vacanza. E che non sei reale quindi ho ragione io”. 

La settimana è stata speciale per tanti motivi, e non sono riuscita a documentare tutto nei vlog giornalieri perché si sa, quando fai cose belle chettefrega di riprenderle? Oltre a ciò che vi racconterò in questa piccola serie di video c’è stato molto, molto altro, ma credo siate qui per la ciccia quindi…cominciamo!

Ogni settimana per le prossime 5 settimane aggiornerò i link qui sotto, così potrete trovare tutte le puntate in un solo posto.

La prima è dedicata all’esercizio “Entrepreneurial Ecosystem”, del libro “Building Your Business the Right Brain Way“. Ci metto un po’ a spiegarvelo ma se state cercando un metodo utile e creativo per inquadrare il vostro piccolo business ne vale la pena!

DAY 1: Entrepreneurial Ecosystem & definizione dei servizi principali

DAY 2: Sales Page & cartelle salvavita

DAY 3: Nuovi e vecchi clienti & pagina shop

DAY 4: Pianificazione settimanale, mensile, annuale & newsletter

DAY 5: Unplug