Progetti

I Profumini Bio per La Saponaria ♡

Buongiorno quattrocchi!

Dopo una settimana di pausa dal blog (dovuta all'uscita della versione cartacea del mio libretto!), eccomi di nuovo, per raccontarvi un progetto a cui ho lavorato di recente. Vi avevo già parlato della mia collaborazione con La Saponaria, ricordate? Qualche mese fa ho creato per loro la grafica e le illustrazioni per una nuova linea di prodotti: i Profumini Bio! Inutile dirlo, mi sono innamorata di questa linea immediatamente, e mi sono divertita moltissimo a lavorare ai personaggi che la popolano. Le protagoniste sono 4: Lolly, Juice, Odry e Grace. L’ispirazione del pack è anni '50. Piccoli scrigni in alluminio delicatamente impreziositi da disegni pastello contengono unguenti profumati a base di cera di riso e mandorle da tenere sempre in borsetta. Le mie preferite (si può dire?) sono Odry (che prende ispirazione da Audrey Hepburn) e Grace (che prende ispirazione da Grace Kelly). Ricreare icone di grazia e femminilità in formato mini è stata una bellissima sfida creativa.

Le fragranze sono 4: LOLLY, dolce e avvolgente, GRACE innocente e sensuale, JUICE fresco e agrumato, adatto anche ai maschietti e infine ODRY esotico, delicato ed etereo. Basterà stenderne un velo con la punta delle dita ovunque si voglia per avvolgere i sensi con un profumo irresistibile e 100% naturale!

per_facebook

profumini

barattolini

Le illustrazioni, come tutte quelle realizzate per La Saponaria, nascono prima su carta (con china e pennino, o con pennarellini Stabilo dalla punta sottile) per poi trasformarsi in linee e forme vettoriali. Qui sotto vi mostro alcuni degli schizzi originali!

sketch_2sketch_1

Spero che questo progetto vi sia piaciuto, e spero di raccontarvi presto altre curiosità sui personaggi che nascono alla Characters Factory. A presto quattrocchi!


Dream home - Il salotto di Clara ♡

Cari quattrocchi, eccoci arrivati alla fine di questa micro rubrica dedicata ai nuovi prodotti di Ligne Roset. Nelle ultime due settimane vi ho presentato la camera da letto di Sofia e lo studio di Aria. Stavolta è il turno di Clara, che immagina il suo salotto ideale. Quale giorno migliore per pubblicare questo post? Il weekend si avvicina (yeh!) e finalmente, dopo una settimana stancante, ci si dedica del tempo per rilassarsi, stare in compagnia di amici, nanetti, cuccioli, fidanzati, o semplicemente di un buon libro e di una tazza di thè. Il salotto è in ogni casa un angolo speciale in cui stare insieme, appisolarsi guardando un buon film durante il temporale, rispolverare vecchi album fotografici, o accoccolarsi su un divano comodo per pianificare viaggi, vite, avventure.

Per me il salotto ha sempre avuto un significato speciale, e non avere uno spazio come questo nella prima casina romana mi ha ricordato l'importanza di un luogo per tutti, in cui mettere da parte per qualche ora tutte le altre attività per inventarne sempre di nuove con il resto della famiglia o con gli amici. Clara vi presenta il suo salotto colorato, con un paio di chicche handmade scoperte a Lisbona e navigando online alla ricerca di tesori fatti a mano.

Colore, comodità e funzionalità. Uno spazio dedicato a letture, pensieri liberi e nuove idee.

3

La wishlist di Clara:

Divano Manarola Ligne Roset ♡ Lampada da terra Ligne Roset ♡ Cuscino motivo floreale Zara home ♡ Cuscino procione indiano Diana Art Dawanda ♡ Federa da cuscino seta bordo lino Zara home ♡ Stampa floreale Jaymee Srp Design Etsy ♡ Vaso per fiori bianco Bloomingville ♡ Cesta corallo Dipped Belly Basket Baby bottega ♡ Carta da parati little triangles Lillipinso

 Spero tanto vi siano piaciute queste piccole puntate, ci rivediamo la prossima settimana con un nuovo post e nuove avventure!


Dream home - Lo studio di Aria ♡

Buongiorno quattrocchi e bentornati sui diari della Factory! Come promesso eccomi qui con la seconda puntata dedicata ai nuovi prodotti Ligne Roset. Settimana scorsa vi ho presentato la camera di Sofia, ricordate?

Questa settimana, complice il brutto tempo, ho davvero lavorato senza sosta, e alla fine di questa settimana mi sento ancora più fortunata ad avere uno spazio tutto mio in cui poter creare indisturbata. Pensavo proprio alle sensazioni positive che il mio studietto mi trasmette mentre scrivo e disegno: tranquillità e serenità.

Credo sia l'aspetto più importante per potersi concentrare: dare forma al proprio spazio e modellarlo secondo i propri gusti, scegliendo pezzi d'arredo e dettagli che creino la giusta atmosfera ma senza distrarre o richiedere troppa manutenzione. E come ho fatto per il mio vero studietto, anche in questo caso ho scelto per Aria un divano comodo, perfetto per chiacchierare di nuovi progetti o per concedersi un riposino pomeridiano (il famoso power nap!) prima di rimettersi al lavoro.

Perciò, ecco qui lo studio di Aria!

Pace e concentrazione, un arredamento minimale e la leggerezza di un cielo azzurro. Uno spazio sereno e silenzioso in cui poter creare.

2

La wishlist di Aria:

Divano Plumy Ligne Roset ♡ Cuscino Alici in tortiera Usopposto ♡ Scrivania Ursuline Ligne Roset ♡ Lampada Sous mon arbre Ligne Roset ♡ Albero luminoso Marquee love Deco&kids ♡ Plankjes: Babou 3 wit A little lovely company ♡ Illustrazione orso Currant Studio

Ci vediamo la prossima settimana con la terza ed ultima puntata di questa serie, buon weekend quattrocchi!


Il portapranzo di Timmy Tod e gli ingredienti coraggiosi ♡

COVER_FACEBOOK

Più di un anno fa qualcuno mi ha lanciato una sfida: si tratta del mio primo professore di illustrazione/layout/disegno. Quando mi sono iscritta all'Accademia non sapevo nemmeno come impugnare una matita. Sui primi disegni realizzati durante il suo corso (che conservo gelosamente) ci sono ancora i suoi commenti e le sue correzioni. Su alcuni c'è scritto 'cacca' (ma ve lo assicuro, era un 'cacca' scritto con simpatia). Ciò che disegno ora è molto diverso da ciò che disegnavo allora, una cosa però è rimasta: la voglia di mettermi alla prova, curiosare, imparare, provarci. La cacca, almeno spero, non c'è più. Al suo posto ci sono i miei personaggi e le mie storie, che mi tengono compagnia e che da ormai quattro anni sono il mio lavoro.

Così ho raccolto la sfida e ho dato vita a questo libretto. Avevamo piani diversi per lui, ma le avventure più belle sono proprio quelle inaspettate. In questo video vi racconto perché questo progetto è tanto importante per me, ma per chi non se la sente di sentirmi blaterare di broccoli coraggiosi e sogni adolescenziali andati in frantumi riassumo il concetto qui:

Pubblicare questo libretto è per me un grande atto di coraggio.

Per più di un anno è rimasto chiuso a chiave nel cassetto della mia scrivania, in attesa di una conferma, di un cenno di approvazione, di un mio momento di follia. Ogni volta che sentivo Maionese, Broccolo o Uovo bussare dall'interno del cassetto ripetevo 'shhh, ancora no. Abbiate pazienza'. Un giorno, però, ho capito. Questa storia non doveva restare lì. Gli Ingredienti Coraggiosi dovevano uscire da quel cassetto e raccontarvi le loro avventure.

3

Perché, diciamoci la verità, che esempio sarei stata per Timmy se non ci avessi nemmeno provato? Come mi sarei sentita ad aver scritto una storia del genere per poi lasciarla chiusa nel cassetto fino a data da definirsi? No. Non voglio essere quel tipo di persona, non più. Stavolta anche io voglio provarci, voglio essere coraggiosa.

Potete trovare Il Portapranzo di Timmy Tod su Amazon, e seguire la banda di Ingredienti Coraggiosi sul loro blog ♡

CTA

Se volete condividere le vostre avventure o i vostri pensieri coraggiosi ricordatevi di usare l'hashtag #ingredienticoraggiosi! Infine, iscrivetevi alla newsletter della Characters Factory, perché questa settimana solo gli iscritti riceveranno un regalo speciale e super coraggioso! ♡