Juice for Breakfast

Pizza (fun)nel su Amazon!

Cosa c’è dietro? Qual è il segreto per diventare e (possibilmente) restare freelance? Come si fa ad essere felici nonostante gli alti altissimi e i bassi bassissimi? Cosa bisogna fare per dare forma concreta ad un sogno?

Dietro c’è tanto lavoro. Ci sono le consegne alle 3 del mattino. Ci sono errori, moltissimi errori. Pianti isterici e momenti di profondissima paura.

Sacrifici, una marea di sacrifici. Una ricerca costante e formazione continua.

Trasferte e investimenti per stringere mani, farsi conoscere. Coraggio: per dire “ok, ho sbagliato. Ricomincio da capo”.

Rinunce e perdite, persone che si allontanano perché con te accanto tutto è più complicato. Ci sono decisioni difficili e la sensazione di trovarsi sempre sull’orlo di una scogliera a picco sull’oceano.

Conti in rosso, email chilometriche al commercialista, clienti che non pagano, spariscono, sviliscono.

“E allora perché diamine continui?”

Mi chiedono in tanti.

Ed io rispondo che c’è questo, ma c’è molto altro.

Quando ami il tuo progetto, come quando ami qualcuno, come quando ami te stesso, sei disposto a combattere.

Dopo tutto il lavoro, arrivano le conquiste. Quelle piccole all’inizio e andando avanti quelle un po’ più grandi. I pianti di gioia dopo la firma di un contratto importante, gli abbracci dei tuoi colleghi e collaboratori al termine di un progetto. I salti acrobatici all’apertura di un’email che dice “ok go” dopo l’invio di un preventivo. I clienti che diventano amici. Le vetrine con i tuoi disegni, le persone che riconoscono il tuo lavoro e ne comprendono il valore. Chi ti dice “bravo” e chi ti dice “facciamolo”. Chi ci crede quanto te e sale a bordo. Ci sono i giorni scarichi di feedback, fatti per andare al mare senza preavviso. Le sveglie posticipate senza sensi di colpa e la sensazione di danzare sempre e comunque, sull’orlo di quella scogliera.

Pizza (fun)nel è il mio primo workbook per freelance coraggiosi. Per chi ha paura ora o magari ne ha avuta all’inizio. Per chi vuole prendere quel sogno, ancora nel suo maledettissimo cassetto, e lanciarlo a 300km/h. Per chi, nonostante i dubbi, le indecisioni, i pareri indesiderati, non può fare a meno di provarci, con tutta la forza che ha dentro. Per chi vuole sbagliare ed imparare, velocemente.

60 pagine di esercizi, spunti e riflessioni per dare forma alla vostra idea imprenditoriale, al vostro progetto segreto, a quel sogno che avete rimandato troppo a lungo.

Una guida step by step per scrivere il vostro piano di battaglia e conquistarvi la vostra fetta di pizza quotidiana.

Ho cercato di rendere semplice ciò che all’inizio del mio percorso, 8 anni fa, mi sembrava incomprensibile. L’ho fatto per me e soprattutto per voi, perché voglio vedere tutti i vostri sogni realizzati.

Ve lo giuro, non deve per forza essere tutto noioso o difficile. Potete trasformare qualsiasi paura nella vostra più grande alleata. Dovete cominciare da qualche parte e spero possiate cominciare da qui. Con una pizza, insieme a me.

Pizza (fun)nel è disponibile su Amazon, da oggi.

Buona avventura!


I corsi della Characters Factory

Oggi torno (finalmente!) sul blog, per fare un po' di ordine nel calendario dei corsi della Characters Factory, e condivido con voi il riassunto di questo intenso periodo di riflessioni, ideazione e pianificazione. Vi racconto, con il cuore, il perché di questi percorsi che abbiamo studiato per voi che ci seguite, o che siete appena arrivati.

Partiamo da qui. Juice for Breakfast nasce come studio di comunicazione visiva:

Aiutiamo aziende, piccoli business e case editrici a raccontare storie, a promuovere servizi e a lanciare nuovi prodotti. Creiamo progetti completi di comunicazione visivastorytelling e character design.

Questo è il nostro lavoro, ma non finisce qui.

Lavoro come freelance da sei anni e da due (uno, ufficialmente) non sono più sola. Ho sempre sognato un team con cui realizzare i progetti che arrivavano da Juice, per le seguenti ragioni:

  • Poter lavorare contemporaneamente su più fronti per velocizzare la crescita dell'attività, conoscere più clienti, arricchire il portfolio e la varietà dei progetti realizzati
  • Poter contare su un team di persone fidate (e ormai grandi amici) per offrire servizi completi, punti di vista differenti, competenze in ambiti diversi (e soprattutto perché insieme ci si diverte di più, e ci si motiva a vicenda quando le cose diventano difficili)
  • Poter delegare ciò che non riesco a fare da sola in momenti di grande tensione, stanchezza o quando abbiamo troppi progetti aperti (o quando, ogni tanto - succede - decido di andare in vacanza!)
  • Infine, poter ritagliare del tempo extra per fare una cosa che mi piace quanto disegnare: condividere la mia esperienza e le mie competenze in aula, con appassionati, curiosi e freelance

L'ultimo punto per me è imprescindibile. Amo il mio lavoro ma amo ancora di più poterlo insegnare ad altre persone che desiderano intraprendere questo percorso, perché credo che la formazione in aula, dal vivo (ma ora anche online) sia uno strumento prezioso e potentissimo per dare vita ad un progetto, un'attività, un sogno.

Quindi, eccoli qui, i tre corsi/percorsi che sono (e saranno) l'occasione per condividere con voi tutto ciò che facciamo alla nostra scrivania, ogni giorno.

Vi aspettiamo!

I SUPERPOTERI DEL CHARACTER DESIGN

Condividiamo con voi regole e spunti creativi per dare vita ad un character di successo, partendo dalle basi stilistiche fino ad arrivare a background emotivo, mondo di riferimento e narrazione di una storia. Nella seconda parte vi guidiamo in una serie di esercizi pratici per stimolare l’immaginazione e creare un character che risponda alle esigenze del brief fornito.

Questo workshop è rivolto a tutti gli appassionati di Character Design, illustrazione, comunicazione e graphic design. Un incontro adatto ai professionisti del settore ma anche ad amatori e curiosi. La prossima data è vicinissima!

> INFO ED ISCRIZIONI


SHANTI

Shanti è un gruppo per freelance che desiderano ritrovare la magia del lavoro libero. Ci ritroviamo una volta al mese, nello spazio di Yoga della Rosa, e insieme lavoriamo sulle nostre paure, sui nostri blocchi creativi e su mente e corpo.

Guidati dall’esperienza di Elena (insegnante di yoga, counselor e floriterapeuta) e accompagnati dai miei racconti, durante gli incontri ci conosciamo ed esploriamo insieme le problematiche comuni da risolvere durante il percorso. Raccogliamo e condividiamo spunti e strumenti utili per affrontare tutti i nostri dubbi e paure. Lo facciamo con tecniche di rilassamento e meditazione, esercizi di gruppo, racconti e momenti di condivisione sulla vita freelance.

> INFO ED ISCRIZIONI


PANCAKES 

Pancakes è un corso online che uscirà a settembre, dedicato ai freelance alle prime armi e a chi non può frequentare i nostri corsi in aula. L'iscrizione comprenderà una serie di newsletter, dei video esclusivi e una libreria di risorse e materiali utili per intraprendere la carriera freelance in ambito creativo. Lezione dopo lezione, settimana dopo settimana, creeremo insieme una solida torre di pancakes e nozioni che vi aiuteranno ad affrontare con più serenità e sicurezza il vostro progetto imprenditoriale. E (super spoiler) Pancakes diventerà anche un libro! Presto vi racconteremo tutti i dettagli!

Che ne dite, ci vediamo in classe?


Le scatole che vedete in questo post sono di SelfPackaging, che è anche uno dei nostri fantastici sponsor durante le tappe del corso "I Superpoteri del Character Design"! C'è anche una super novità: SelfPackaging ha lanciato l'editor di stampa, potete disegnare le vostre scatole online, senza conoscenze tecniche, con 3D in tempo reale, senza ordine minimo e senza tempi d'attesa. 


I superpoteri del character design

Buongiorno quattrocchi,

eccomi di ritorno sui diari della Factory, stavolta per aggiornarvi sul corso “I superpoteri del Character Design”.

Cominciamo da qui: ho sempre sofferto di quella che alcuni chiamano ‘ansia da palcoscenico’, ovvero…sono sempre stata terrorizzata dal parlare in pubblico.

 

via GIPHY

Ma questa paura (probabilmente scaturita dai ruoli imbarazzanti che ho dovuto interpretare alle recite scolastiche delle elementari) con il tempo ho imparato a gestirla, e ho scoperto che insegnare è una delle cose che più mi spaventa ma che allo stesso tempo riesce a darmi le più grandi soddisfazioni.

Così qualche anno fa ho deciso che avrei anche insegnato ciò che amo.

Non avrei solo lavorato da sola alla mia scrivania, ma avrei costruito una rete di studenti e appassionati per diffondere le basi di questa disciplina.

Perché ho deciso di farlo?

Perché il mondo del character design, secondo me, ha bisogno di più spazio e perché condividere ciò che so con chi è all’inizio di questo percorso mi fa sentire completa. La condivisione è sempre stata la base del mio lavoro, e l’insegnamento è l’atto di condivisione per eccellenza.

“I superpoteri del Character Design” è un corso breve, della durata di un pomeriggio, e racchiude:

  • Una parte teorica, in cui parliamo della storia del character design in ambito pubblicitario e cartoon a partire dal boom economico americano. Parliamo anche e soprattutto del Carosello in Italia, perché quello è stato un periodo meraviglioso e mascotte indimenticabili hanno mosso i primi passi sullo schermo delle tv italiane.

  • Una parte pratica, in cui vediamo tecniche, spunti e suggerimenti per creare un personaggio di successo. In questa parte del corso lavoriamo insieme e poi individualmente. Facciamo un gioco che si chiama ‘Cadavre Exquis’ (utilizzato dagli artisti surrealisti per dare vita a disegni e storie unici) e creiamo insieme un personaggio originale, per stimolare la fantasia e generare connessioni inaspettate. Poi cominciamo con il brief: ad ogni tappa del corso ne propongo uno diverso, per guidare gli studenti nella progettazione di un personaggio che possa raccontare quel prodotto o quella storia.

La prima tappa: Reggio Emilia

Questa è stata la prima tappa in assoluto del corso, ed è stata una giornata importante ed una conferma: ci sono aspiranti character designer e veri appassionati nascosti dappertutto, e al Comò Lab ci siamo riuniti intorno ad un grande tavolo per lavorare insieme.

Dopo quella prima tappa ho deciso di strutturare maggiormente il corso e di portarlo anche a Milano, per la seconda data (sabato scorso).

La seconda tappa: Milano

La seconda tappa è stata ancora più importante: ho tenuto il corso al secondo piano del mio nuovo studio, nel magico spazio di Marenco 4 a Milano.

Qui è dove si svolgeranno anche le prossime edizioni. Poter accogliere gli studenti in uno spazio così speciale per me è stata un’esperienza indimenticabile.

Questo secondo appuntamento è stato importante anche perché quattro meravigliose aziende hanno creduto nel progetto, e hanno collaborato con Juice for Breakfast per rendere l’esperienza degli studenti ancora più speciale.

Le ragazze sono tornate a casa con delle coloratissime goody bag di SelfPackaging, che contenevano sorprese legate al mondo del character design.

Flying Tiger Italia con la sua collezione dedicata ai supereroi (matite, gomme e cioccolatini), Pastiglie Leone con le sue affascinanti confezioni con character vintage ed infine Blue Shuttle con la promozione del Master in animazione digitale con artisti Pixar.

Insomma, il corso si evolve, si arricchisce e cresce, insieme agli studenti che decidono di farne parte.

Al termine del corso gli iscritti entrano a far parte di un gruppo segreto su Facebook, un luogo in cui raccogliamo materiali, spunti extra, contenuti inediti e speciali e soprattutto un luogo in cui possiamo scambiarci idee, scoperte e news sul mondo del character design.

La prossima tappa?

Per adesso non posso ancora svelarvi nulla, sto lavorando al prossimo appuntamento e ad una serie di corsi e workshop integrativi per dare più spazio all’aspetto pratico.

Questa era l’ultima tappa prima della pausa estiva, ma tornerò a settembre con tutte le informazioni per chi desidera scoprire il magico mondo del character design!

Per restare informati sulle prossime date potete iscrivervi alla newsletter della Characters Factory.

Grazie di cuore ai ragazzi di Comò Lab per aver dato il via a questo tour, a tutti gli studenti che hanno partecipato alle prime due tappe e ai fantastici sponsor che hanno creduto nel progetto.

Ci rivediamo in classe l’anno prossimo!

Giulia


Sono tornata.

C'è questa cosa, una sensazione, un'urgenza: cambiare.

Durante la settimana del Fuorisalone sono stata letteralmente risucchiata da eventi, appuntamenti, trasferte. Non ho passato un solo giorno in studio e la settimana è volata. Mentre giravo per la città carica come uno sherpa ho ricevuto un alert dal mio provider: il mio sito era strapieno di malware, che in gergo tecnico significa "hey, il tuo sito ha un bel po' di problemi, corri ai ripari".

Avevo a malapena il tempo di mangiare, figuriamoci il tempo per occuparmi dei malware sul mio sito. Però la faccenda era importante, perché tutto il mio lavoro si svolge online e se i clienti non ti trovano, oppure quando visitano il tuo sito vengono reindirizzati ad una pagina di casinò online...il lavoro si ferma e perdi credibilità, giusto?

Quindi ho preso una decisione drastica: andare offline.

Questa parola, quando la pronuncio ad alta voce, mi provoca un brivido di terrore lungo la schiena.  Sudori freddi, reazioni allergiche, PURO-PANICO.

Non sono mai stata offline per più di due minuti, ma era necessario.

Il mio sito è rimasto oscurato per più di due settimane, un tempo infinito per chi lavora in questo ambito. Mentre il mio sito giaceva inerme e dolorante sotto al lenzuolo di una pagina coming soon, ho avuto un'illuminazione. Quei maledetti malware mi avevano fatto un favore. Senza di loro non avrei mai trovato la voglia e il coraggio di cambiare.

Il mio sito e la mia immagine non rappresentavano più, da tempo, ciò che stavo facendo alla Characters Factory.

Così, presa da un impeto di follia, ho cancellato tutto e sono ripartita da zero. Un bootcamp d'emergenza per dare nuova vita e nuova voce alla mia attività, al mio studio. Un restyling radicale e stravolgente. Una vera e propria rivoluzione.

Mi sono tagliata tutti i capelli, perché questo gesto mi fa sempre sentire tipo Rambo, e poi mi sono messa all'opera. Così tutto è cambiato e finalmente posso aprire le porte della mia nuova Factory.

Non più una piccola scrivania nella mia camera da letto, ma un vero e proprio studio. Con una porta, un indirizzo, dei collaboratori e tutto il resto. A tutti gli effetti Juice for Breakfast si è trasformata in ciò che ho sempre sognato. 

Io, questa cosa, l'ho davvero sognata fino allo sfinimento. L'ho desiderata, immaginata mille volte, guardando il soffitto della mia camera e pensando "un giorno sarò più grande". L'ho progettata, distrutta, ricostruita. Ho fatto fatica, tanta, e siamo solo all'inizio.

Non mollate MAI. Credeteci, anche quando tutti vi dicono che non ne vale la pena, che potete fare meno, che se non funziona potete trovare altro. Fate tutto ciò che è in vostro potere per dare forma alle vostre idee.

Quando le cose si complicano, combattete di più.
Quando tutto sembra andare a rotoli, datevi da fare come non avete mai fatto.
Quando le persone intorno a voi non ci credono, credeteci ancora di più.
Se avete un'idea imprenditoriale non abbiate paura di raccontarla al mondo. Siete delle rockstar. Affrontate la crisi e trasformate gli imprevisti in possibilità.  

Vi abbraccio,
e stappo una bottiglia di champagne, perché va bene tutto ma la spremuta, oggi, non è abbastanza.

G.