Mese: Aprile 2016

Characters - le diverse tipologie ♡

Ieri mi sentivo bloccata. Fissavo il computer aspettando che tornasse la concentrazione, con risultati deludenti. Certe volte capita, fissi lo schermo per qualche minuto, poi il vuoto cosmico. I dubbi si accumulano, e con un processo di stratificazione flash ti ritrovi sotterrata da ansia, paura e dubbi che sembrano mostri. Allora, per calmare quel panico, cominci a navigare. Pensi che la vista di qualche sito ben fatto, la morning routine di fashion blogger stellari e le fantasmagoriche creazioni di Martha Stewart ti aiuteranno senza dubbio a fare qualcosa di ancor più incredibile. Peccato che questa spasmodica ricerca non faccia altro che alimentare quel vuoto, quella voragine di insicurezza.

Ad ogni modo, mentre cianciavo e mi disperavo (a fasi alterne) ho avuto una sorta di illuminazione (di una banalità disarmante, ma comunque un'illuminazione):

Vuoi davvero perdere tempo a guardare ciò che fanno gli altri oppure hai intenzione di fare qualcosa di tuo e investire quel tempo per crescere?

(Lo so, è lunghissima)

Così ho deciso di investire questa ora e mezza di vuoto cosmico per fare qualcosa di produttivo. Ho riempito il vuoto con questo post, e spero davvero che possa piacervi, strapparvi un sorriso, farvi compagnia o ispirarvi in qualche modo. Ma se state leggendo questo post in un vostro momento di vuoto cosmico ho solo un consiglio...andate a creare, poi vi sentirete meglio ♡

I miei personaggi sono l'unico modo che conosco per raccontare una storia. Lavoro anche con le parole, di meno però. Mi piace trasformare un'idea in qualcosa di 'vivo', come un character. Il personaggio racchiude valori, concetti, storie e avventure. Proprio come le persone vere, anche i miei characters sono sempre diversi. Alcuni si somigliano, certo, ma basta un dettaglio per renderli unici. Per questa ragione, e anche perché mi piace tanto sperimentare nuovi stili, nel corso degli anni ho sviluppato diverse linee di personaggi.

Ci sono gli Sketchini, personaggini dalla testa grande e dalle linee irregolari. Nascono con china e pennino, o con pennarellini Stabilo dalla punta sottile. Prendono forma sul foglio di carta e poi traslocano su schermo. Su Illustrator li vettorializzo con lo strumento Live Trace (ricalco dinamico) e aggiusto qualche dettaglio prima di presentarli ai loro nuovi genitori!

♡ Un esempio: i characters realizzati per LaSaponaria (presto vi parlerò anche dei Profumini Bio!)

sketch

Poi ci sono le Testoline (lo so, nomi molto professionali), characters dalle forme geometriche, pulite e super semplici. La maggior parte dei miei personaggi nasce con questa forma, che si adatta bene a raccontare qualsiasi tipo di storia.

♡ Un esempio: Delfina, realizzata per Ideal Standard su CasaFacile

delfina

I Mini sono invece buffi personaggini cicciotti. La testa è sempre leggermente sproporzionata, le forme semplici, i piedini e le manine mini. Di solito indossano adorabili costumini, simpatici cappelli, o cuffiette su misura. Come per le Testoline, i Mini nascono direttamente sullo schermo. Ogni tanto mi aiuto con qualche schizzo preparatorio, ma quasi sempre ho già in mente la forma finale.

♡ Un esempio: la compagnia di Caramel Town

mini

I Chibi sono nuovi alla Characters Factory. Si tratta di una versione turbo-mega-potenziata dei Mini! Le teste sono ancora più grandi, e soprattutto gli occhi sono esageratamente sbrilluccicosi! Mi piace utilizzare questa nuova tipologia di disegno per riprodurre personaggi di film, cartoni e serie tv.

♡ Un esempio: Harry, Hermione e Ron nel mio ultimo speed drawing su Youtube (iscrivetevi, settimana prossima uscirà il nuovo video e sarà fichissimo!)

chibi

Infine ci sono gli Scribbles, realizzati con il tool Scribble su Illustrator. Sono caratterizzati da bordi leggermente frastagliati ed irregolari, proprio come uno schizzo fatto a mano. Sono nati in occasione di una bellissima collaborazione che spero di presentarvi presto.

♡ Un esempio: la collezione Panda in Love che trovate su Society6

scribbleA questi si sta aggiungendo una nuova tipologia, gli Smoothy. Potete trovare un'anteprima qui, ma vi racconterò presto qui sul blog come sono nati! Naturalmente questi nomi non sono ufficiali e non li troverete in giro per il sito (per ora!) ma ogni volta che nasce un nuovo personaggio per me è automatico dargli un nome, o inserirlo all'interno di una categoria. Questo mi aiuta molto anche ad archiviare tutte le illustrazioni nelle varie cartelle, e ritrovare i miei characters è molto più semplice ^-^

Quali sono i vostri preferiti? Un abbraccio a tutti quattrocchi!


Dream home - uno studio pastello ♡

1

Devo essere sincera, passo davvero un'infinità di tempo davanti a Pinterest, ma nonostante la sconfinata cultura visiva che mi sono ormai fatta, non sono mai stata particolarmente portata per l'arredamento, l'interior design o quelle cose di cui parlate tutti ultimamente e che contemplano una certa Marie Kondo (perdonami, Marie). Inoltre ho un fidanzato giapponese che detesta avere cose in casa. Anzi, mi correggo, detesta avere COSE, quindi nel suo immaginario casa è una stanza bianca, vuota.

Insomma, quando mi sono ritrovata davanti il nuovo studio, completamente spoglio, ho pensato - terrorizzata - 'quasi quasi preferivo solo una scrivania'.

Poi però mi sono ricordata di tutte quelle bacheche su Pinterest, di quella lista infinita di link sull'argomento, e soprattutto mi sono ricordata delle 47 case arredate nella mia testa durante la doccia del mattino.

E visto che vi avevo promesso uno studio tour ma non sono ancora riuscita a caricarlo sul mio canale Youtube (causa implosione computer rimando a data da definirsi i video in programma), ecco qui un'anteprima ♡

5

Partiamo dallo stile! Come avrete notato mi sono lasciata conquistare dal mood nordico. Forme semplici e pulite, molto bianco e alcuni tocchi di colori pastello, per esaltare la luminosità della stanza. In aggiunta alcuni elementi in legno chiaro per non perdere il calore che volevo trasmettere entrando nello studietto.

2

La stanza è abbastanza spaziosa, quindi abbiamo optato per 2 scrivanie. Le due postazioni sono davvero semplicissime, ma decorate con piccole creazioni handmade, pattern geometrici e soluzioni salva-spazio semplici ma funzionali (Variera di Ikea è davvero tornata utilissima!)

4

Non poteva mancare un angolo relax (lo so che anche voi, freelance che mi leggete, schiacchiate un pisolino dopo pranzo!) e non poteva mancare una cesta in legno per raccogliere la collezione (ormai fuori controllo) di pupazzetti dagli occhi buffi. Il dettaglio che preferisco? Le mensole di legno esagonali, che ospiteranno a rotazione le mie creazioni ed illustrazioni preferite.

Amo il rosa, lo sapete, ma stavolta ho deciso di lavorare anche con l'azzurro ed il celeste, per rinfrescare e movimentare un po' il divanetto. Un bel mix di cuscini (il pisolino richiede una certa organizzazione) e tadààà!

3

Avevo bisogno di uno studietto luminoso, che si prestasse non solo per il lavoro, ma anche per girare i nuovi video e per i mini-shooting. Con questi piccoli accorgimenti la stanza è davvero perfetta per lavorare a tutte le mie idee, e non potrei esserne più felice.

Insomma, missione compiuta e benvenuti alla (vera) Characters Factory! ♡

Se anche voi siete in cerca di ispirazione potete dare un'occhiata alla bacheca Pinterest dedicata e a questo articolo di Dalani che mi è stato molto utile per scegliere lo stile del mio nuovo studio ♡ Qui potete anche dare un'occhiata alle nuove collezioni, ovviamente ho già riarredato 10 volte lo studietto nella mia testa! ♡

bacheca_2

P.s. gli sfondi per il desktop - assolutamente irresistibili - li trovate su Designlovefest!


Chicche da Lisbona ♡

Finalmente, dopo settimane di delirio e follia allo stato puro, trovo una manciata di minuti per condividere con voi le tre piccole scoperte che ho fatto durante il mio breve viaggio a Lisbona. Sarò breve e lascerò che siate voi a scoprire i dettagli di queste 3 deliziose chicche :)

♡ Un corto d'animazione

Ho avuto la fortuna di alloggiare in un hotel accanto al Cinema São Jorge, dove, guarda caso, era in programma una rassegna di corti di animazione per Monstra, il festival di animazione.

The Lisbon Animation Festival | MONSTRA was born in 2000 in order to celebrate the artistic transversality, to meet people of different arts, new artistic looks forward , using as a basis the most multidisciplinary language we know, the Animated Film.

Potevo non fare un salto? Una volta tornata a Roma ho ripreso tra le mani il libretto con i titoli dei corti e dei lungometraggi presentati durante i vari appuntamenti, e mi sono imbattuta in questa meraviglia. Lascio che conquisti anche voi!

genKidG

Per conoscere il mondo di Rosana Urbes >

Per vedere il corto completo >

Per scoprire la lista dei vincitori >

♡ Un'illustratrice - Yara Kono

Ho anche deciso di dedicarmi qualche ora di shopping nel cuore della città, e complici i profumi ed i colori, mi sono lasciata guidare verso A Vida Portuguesa, un negozio davvero incantevole in cui ho scoperto, tra i vari tesori, anche questa illustratrice. L'avevo già incontrata diverse volte, senza però dedicarle la giusta attenzione. Questo delizioso calendario è tornato a casa con me e mi farà compagnia per tutto il 2016 :)

Gato_Inside ilustr_YaraKono YARA KONO y_26_0

Per visitare il suo blog >

Per il suo calendario >

♡ Un brand - A little lovely company

Durante la mia ultima passeggiata la vetrina dai colori pastello di un negozietto sperduto ha conquistato la mia attenzione. Era chiuso, ma proprio grazie a quella pequena vetrina ho scoperto il mondo di A little lovely company. Nuvolette e frutti super kawaii e characters assolutamente irresistibili sono i protagonisti di questo mondo di zucchero filato!

a little lovely company

Per fare man bassa di nuvolette carine >

E voi? Siete stati a caccia di characters recentemente? Ci vediamo presto quattrocchi!